Busiate al pesto Trapanese

Busiate al pesto Trapanese fatte “cu murtaru” (il mortaio) una ricetta tradizionale della Città di Trapani un pesto a base di pomodori, mandorle, basilico e pecorino. Se siete a Trapani dovete assolutamente provare le busiate alla Trapanese.

Le Bussiate sono una pasta tipica della Città di trapani, si tramanda da generazione in generazione, mia nonna lo ha insegnato a mia madre e mia madre lo ha insegnato a noi figli, noi lo stiamo insegnando ai nostri figli. La forma della pasta è allungata a spirale o arricciata, si usano dei grandi stecchini per darle forma, deve essere rigorosamente di grano duro.

Ingredienti: (per 4 persone)

400 gr di busiate
250 gr di pomodoro
10/12 foglie di basilico
40 gr di mandorle
1 cucchiaio di pecorino (qualcuno preferisce il parmigiano)
2 spicchi d’aglio (io personalmente amo l’aglio ne metto 4)
olio d’oliva
sale

Preparazione busiate al pesto trapanese

Dopo aver preparato gli ingredienti lavate i pomodori e il basilico.

Prendete una pentola mettete dell’acqua fatela bollire, appena bolle mettete il sale e “calate” le busiate.

Nel frattempo l’acqua bolle preparate il pesto, con il mortaio iniziate a pestare l’aglio con un pò di sale.

Dopo aver pestato aggiungete le foglie di basilico, continuate a pestare.

Aggiungete le mandorle, continuate a pestare finchè si amalgama il tutto

Dopo aver aver pestato il tutto e diventata quasi una crema, tagliate a piccoli pezzettini i pomodori, metteteli nel mortaio e lentamente (soprattutto fate attenzione potrebbe schizzare ovunque, io chiudo con l’altra mano) pestate il pomodoro e pian piano aggiungete gli altri pomodori.

Quando è pronta aggiungete olio d’oliva, e il pecorino, mescolate il tutto con un cucchiaio.

Scolate le busiate trapanesi, mescolate con il pesto, servite con un filo d’olio e il pecorino.

Buon appetito



RICEVI LE NOVITA'

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Non inviamo spam! Leggi la nostra clicca qui per l' Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

87 + = 90